www.giovanniarmillotta.it/napoli

da «LIMES», RIVISTA ITALIANA DI GEOPOLITICA

Ampliamento in tempo reale (29 novembre 2016) del relativo articolo apparso sul sito-web www.limesonline.com
Rubrica Le verità nascoste: 1° novembre 2009

Il Napoli, squadra geonazionale a profilo inglese

XVIII Campionato Nazionale di Serie B 1949-50
XIV Coppa Italia 1961-62
VI Coppa delle Alpi 1966
XXVII Coppa Italia 1975-76
V Coppa di Lega Italo-Inglese 1976
LXXXV Campionato Nazionale di Serie A 1986-87
XXXIX Coppa Italia 1986-87 (double)
XVIII Coppa UEFA 1988-89
LXXXVIII Campionato Nazionale di Serie A 1989-90
III Supercoppa Italiana 1989-90
IX Trofeo Birra Moretti 2005
XLVI Campionato Nazionale di Serie C1 2005-06
XIV Coppa UEFA Intertoto 2008
II Coppa Bobby Moore 2009
LXIV Coppa Italia 2011-12
LXVI Coppa Italia 2013-14
XXVII Supercoppa Italiana 2013-14
Coppe Italia col Napoli finalista (1970-71, 1971-72, 1977-78, 1988-89, 1996-97)
Statistiche su finaliste vincenti e perdenti di Coppa Italia

Osservazioni sulle Grandi in Serie B

di Giovanni Armillotta

Record assoluti: prima squadra ad aver vinto tutti i trofei professionistici del calcio italiano. Unica società ad aver vinto la predetta manifestazione stando in Serie B. Essa rappresenta l’unitarietà geoistituzionale del calcio italiano proiettata nel Continente.

La grande vittoria del Napoli a Torino contro la Juventus (3-2 del 31 ottobre 2009), ci riporta alla memoria l’ulteriore affermazione, sempre contro le zebre, del 18 ottobre dell’anno scorso. Il Napoli (fondato domenica 1° agosto 1926) balzò nell’autunno 2008 – da solo – in testa alla classifica, sia pure per meno di 24 ore. Le successive vittorie contro la Lazio a Roma (1-0, 26 ottobre) e nei confronti della Reggina a Napoli (3-0, tre giorni dopo), confermavano in testa, sia pure in condominio, la squadra partenopea.
Non accadeva dal 29 aprile 1990 che la compagine azzurra risultasse unica in vetta. Era la 34ª giornata del Campionato 1989-90: Napoli-Lazio 1-0 e secondo scudetto. Nell’intervallo 1990-2008 gli altri primi posti a pari merito sono stati: 1° settembre 1991 (1991-92, 1ª g.): Napoli-Atalanta 1-0 (primo con 2 punti assieme a Cagliari, Genoa, Juventus, Milan e Roma); 6 ottobre 1991 (1991-92, 6ª g.): Ascoli-Napoli 1-4 (primo con 9 punti assieme al Milan) e 4 settembre 1994 (1994-95: 1ª g.): Napoli-Reggiana 1-0 (primo con 3 punti assieme a Fiorentina, Inter, Lazio, Milan, Parma e Sampdoria).

Dopo lo scoppio della Guerra di Corea iniziò la lunga marcia (XVIII Campionato Nazionale di Serie B 1949-50)

A Napoli se un cittadino si guarda indietro, vede solo tre personaggi ed un’istituzione che hanno fatto del bene a questa città: Federico II di Svevia, Carlo III di Borbone, Diego Armando Maradona ed, appunto, la Società Sportiva Calcio Napoli... e ancor prima del ‘Pibe de Oro’.
Una delle tante verità nascoste della e nella storia del nostro calcio è che il Napoli vanta l’invidiabile primato di essere stata la prima squadra italiana ad aggiudicarsi tutti i titoli professionistici messi in palio dalla Figc, compiendo un’impresa geonazionale unica. Ma procediamo con ordine.
Tutto prese il via il giorno dopo che erano iniziati la Guerra di Corea (ossia la fine della pace fra i blocchi) e la quarta edizione dei Campionati del Mondo di calcio, i primi dopo la Seconda Guerra Mondiale: eventi di sabato 24 giugno 1950. La lunga marcia degli azzurri era stata annunciata da avvenimenti epocali.
Nel capoluogo campano, il 25 giugno, i padroni di casa, in occasione della 42ª ed ultima giornata del Campionato di Serie B, ospitavano il Catania. Era necessario vincere per respingere l’assalto dell’Udinese, seconda ad un punto. E vittoria fu: 2-1. Il presidente era Egidio Musollino (poi morto in carica); allenatore, il grande Eraldo Monzeglio, da calciatore due volte campione del mondo 1934 e 1938.
Rosa: Mario Astorri (24 e 8 reti), Aldo Brandimarte (3), Sergio Chellini (portiere, 42 presenze); Ernani D’Alconzo (23 e 6), Vittorio Dagianti (27 e 5), Costantino De Andreis (38 e 12), Alberto Delfrati (35), Egidio Di Costanzo (9), Bruno Gramaglia (40 e 2), Naim Krieziu (albanese, 40 e 9), Roberto Luis La Paz (1), Ottavio Morgia (25 e 6), Ferdinando Pastore (5), Alfredo Ragona (6), Enzo Rosignoli (1), Eto Soldani (38 e 1), Ivi Šuprina (22 e 15), Paolo Todeschini (41 e 9), Luigi Ussorio (1), Luigi Vultaggio (41), Federico Zanolla (1).
A pensare che il 29 ottobre 2008 Napoli ed Udinese, a 58 anni e passa di distanza, risultavano in testa alla Serie A.

 

XIV Coppa Italia 1961-62 (stando in Serie B)

Il 1962 fu l’anno che condusse il Napoli ad un’impresa leggendaria tuttora ineguagliata. Vincere la Coppa Italia stando in Serie B. Vediamo il prodigioso cammino.

Turno preliminare
27
agosto 1961: Napoli-Alessandria (B) 1-1 (0-0 1-1 0-0 0-0; rig. 6-5); reti: 58’ Glauco Gilardoni, 75' Renzo Cappellaro (A); sequenza dei rigori: Luigi Bodi (N)-gol, Sergio Bettini (A)-gol; Bodi-gol, Bettini-gol; Bodi-gol, Bettini-gol; Bodi-gol, Bettini-gol; Bodi-gol, Bettini-gol; Bodi-sbagliato, Bettini-sbagliato; Bodi-gol, Bettini-sbagliato

Sedicesimi
15 ottobre 1961, Napoli-Sampdoria Genova (A) 0-0 (0-0 0-0 0-0 0-0; rig. 7-6); sequenza dei rigori: G. Corelli (N)-gol, Guido Vincenzi (S)-gol; Corelli-gol, Vincenzi-gol; Corelli-gol, Vincenzi-gol; Corelli-gol, Vincenzi-gol; Corelli-gol, Vincenzi-gol; Corelli-gol, Vincenzi-gol; Corelli-gol, Vincenzi-sbagliato

Ottavi
25 aprile 1962, Torino (A)-Napoli 0-2; reti: 66’ G. Gilardoni, 78’ G. Gilardoni

Quarti
30 aprile 1962, Roma (A)-Napoli 0-1; rete: 66’ G. Corelli

Semifinale
31 maggio 1962, Napoli-Mantova (A) 2-1 (1-1); reti: 9’ U. Tomeazzi (N), 35’ Italo Mazzero (r) (M), 67’ G. Fanello (N)

Finale
21 giugno 1962, a Roma: Napoli-Spal Ferrara (A) 2-1 (1-1); reti: 12’ G. Corelli (N), 16’ Dante Micheli (S), 78’ P. Ronzon (N).

Formazione della finale: Walter Pontel (Pacifico Cuman), Giovanni Molino, Mauro Gatti, Antonio Girardo, Rosario Rivellino, Gianni Corelli, Amos Mariani, Pierluigi Ronzon (cap), Ugo Tomeazzi, Achille Fraschini, Juan Carlos Tacchi

Gli altri calciatori della rosa: Guglielmo Costantini, Giovanni Fanello, Glauco Gilardoni, Elia Greco, Dolo Mistone, Gianfelice Schiavone, Luigi Simoni

Napoli imbattuto. Presidenti: Achille Lauro (onorario) ed Alfonso Cuomo; allenatore: Fioravante Baldi poi sostituito da Bruno Pesaola.

 

VI Coppa delle Alpi 1966

Torneo svolto completamente in Svizzera. In attesa delle formazioni giorno per giorno e dei marcatori completi, traggo da miei appunti di bambino i calciatori schierati e le reti del Napoli.  

Partite del torneo

4 giugno 1966 (h. 20:00):Lausanne/Zürich-Napoli 0-4 (0-3) (J. Altafini, J. Altafini, J. Altafini, V. Montefusco). Formazione: Pacifico Cuman; Pietro Adorni, Mauro Gatti; Amedeo Stenti; Dino Panzanato, Flavio Emoli (Vincenzo Montefusco); Jarbas Faustinho Cané, José Altafini, Alberto Orlando, Omar Sivori, Gastone Bean
le altre tre partite:  FC Basel-Catania 0-1, Young Boys Bern-Juventus (poi Campione d'Italia 1966-67) 0-2, Servette Genève-Spal Ferrara 1-2

8 giugno 1966 (h. 20:00): FC Basel-Napoli 2-4 (J. Altafini, J. Altafini, J. Altafini, A. Orlando; le reti degli svizzeri sullo 0-4)
le altre partite: Servette-Juventus 1-3, Young Boys-Spal 2-2, Lausanne/Zürich-Catania 1-0

11 giugno 1966 (h. 20:15): Young Boys-Napoli 2-4 (0-4) (O. Sivori, J.F. Cané, G. Bean, M. Gatti)
le altre partite: FC Basel-Juventus 1-2, , Servette-Catania  0-0, Lausanne/Zürich-Spal 3-2

15 giugno 1966 (h. 20:45): FC Basel-Spal 2-3, Servette-Napoli 1-3 (da 1-0 a 1-3: reti di J.F. Cané, G. Bean, G. Bean)
le altre partite: Young Boys-Catania 2-0, Lausanne/Zürich-Juventus 3-0 [a tavolino; l’arbitro aveva sospeso l’incontro 2-2]

Il Napoli schierò inoltreClaudio Bandoni (portiere), Antonio Girardo, Stelio Nardin.

Classifica
                  G V N P  F  S  Pti
1.NAPOLI          4 4 0 0 15- 5   8
2.Juventus        4 3 0 1  7- 5   6
3.Lausanne/Zürich 4 3 0 1  7- 6   6
4.Spal            4 2 1 1  9- 8   5
5.Young Boys      4 1 1 2  6- 8   3
6.Catania         4 1 1 2  1- 3   3
7.Servette        4 0 1 3  3- 8   1
8.FC Basel        4 0 0 4  5-10   0

Allenatore: Bruno Pesaola; Presidente: Roberto Fiore

Apprendiamo il comportamento antisportivo della Juventus. Prima della quarta ed ultima giornata Napoli e Juventus erano a pari punti, però i bianco-neri erano in testa avendo un quoziente-reti di 3,5 (7 reti fatte e 2 subite) e gli azzurri di 3,0 (12-4); allora non v’era la differenza-reti, vigendo quest’ infame sistema di classificazione. La partita contro la Rappr. Losanna/Zurigo per la Juventus fu subito in salita: 2-0 per gli svizzeri! A quel punto la compagine torinese per sperare almeno di confermare il suo quoziente-reti di 3,5 doveva vincere per 7-2. Le zebre riuscirono a rimontare (2-2); ma al 10’ del secondo tempo, il direttore di gara accordò un rigore agli svizzeri per un fallo di Casati. I calciatori torinesi protestarono. Scrive il «Corriere della Sera», nell’articolo Al Napoli la Coppa delle Alpi (16 giugno 1966, pag. 21):

Il difensore Sarti eccedeva nelle manifestazioni di protesta e veniva espulso; il giocatore però non ottemperava all’ordine dell’arbitro e si rifiutava di lasciare il campo, spalleggiato dai compagni di squadra. L’arbitro Huber cercava invano di farsi rispettare; risultato vano ogni sforzo abbandonava egli stesso il campo.

La partita fu sospesa e il Comitato Organizzatore dette la partita vinta per 3-0 alla Rappr. Losanna/Zurigo.

Per gli incidenti di Zurigo, quattro giocatori della Juventus (Gori, Dell’Omodarme, Castano e Sarti) sono stati puniti dalla Lega italiana con l’esclusione a tempo da ogni attività internazionale. («Corriere della Sera», 28 giugno 1966, p. 17)

La Coppa delle Alpi ha visto tra i vincitori, altre società che si sono aggiudicate Coppe europee: la stessa Juventus vincitrice nel 1963, Eintracht Frankfurt am Main (1967), Schalke 04 Gelsenkirchen (1968), Lazio (1971); e finaliste di Coppe europee: Stade Reims (1977), Monaco (1979, 1983 e 1984), Girondins Bordeaux (1980)


XXVIII Coppa Italia 1975-76 (stando in Serie A)

Nel 1976 il Napoli bissò, però per la prima volta in Serie A, la Coppa Italia.

Girone 3° eliminatorio
I g – 27 agosto 1975, Cesena-Napoli 0-0
II g – 31 agosto 1975, Napoli-Reggiana 2-1 (2-0); reti: 5’ G. Massa (N), 40’ G. Braglia (N), 81’ Sileno Passalacqua (R)
III g – 7 settembre 1975, Napoli-Foggia 4-2 (1-0); reti: 37’ A. Orlandini (N), 53’ G. Massa (N), 60’ G. Savoldi I (N), 66’ Claudio Turella (F), 70’ Claudio Turella (F), 77’ Giovanni Pirazzini (aut) (N)
IV g – riposa
V g – 21 settembre 1975, Palermo-Napoli 0-3 (0-1); reti: 19’ G. Sperotto, 49’ G. Sperotto, 61’ A. Juliano
Classifica: Napoli p. 7 (9-3), Cesena 7 (5-1), Foggia 4 (B), Reggiana Reggio nell’Emilia (B) 1, Palermo 1 (B)

Girone B di semifinale
I g – 19 maggio 1976, Napoli-Fiorentina 0-0
II g – 9 giugno 1976, Milan-Napoli 0-2 (0-0); reti: 56’ G. Savoldi I (r), 71’ L. Boccolini
III g – 13 giugno 1976, Sampdoria-Napoli 1-2 (0-1); reti: 12’ G. Braglia (N), 51’ Maurizio Orlandi (S), 56’ G. Braglia (N)
IV g – 16 giugno 1976, Fiorentina-Napoli 1-1 (1-0); reti: 36’ Carlo Bresciani (F), 49’ G. Massa (N)
V g – 20 giugno 1976, Napoli-Milan 2-1 (1-0); reti: 16’ G. Savoldi I (N), 81’ Romeo Benetti (M) (r), 89’ G. Savoldi I (N) (r)
VI g – 26 giugno 1976, Sampdoria-Napoli 2-2 (0-1); reti: 26’ G. Braglia (N), 49’ G. Massa (N), 69’ Nello Saltutti (S), 79’ Marco Rossinelli (S)
Classifica: Napoli p. 9, Fiorentina Firenze 7, Milan 6, Sampdoria Genova 2

Finale
29 giugno 1976, a Roma: Napoli–Hellas-Verona 4-0 (0-0); reti: 76’ Alberto Ginulfi (aut), 78’ G. Braglia, 79’ G. Savoldi I,  86’ G. Savoldi I.

Formazione della finale: Pietro Carmignani, Giuseppe Bruscolotti, Antonio La Palma, Tarcisio Burgnich, Giovanni Vavassori, Andrea Orlandini, Giuseppe Massa, Antonio Juliano (cap), Giuseppe Savoldi I, Salvatore Esposito, Giorgio Braglia.

Giocarono nel corso della manifestazione anche: Luigi Boccolini, Pasquale Casale, Spartaco Landini I, Luigi Pogliana, Vincenzo Montefusco, Luigi Punziano, Giannantonio Sperotto

Napoli imbattuto. Allenatore: Luis Vinicius de Menezes (Vinicio) poi dalla II giornata del Girone B di semifinale sostituito da Alberto Delfrati che vince la coppa; Presidente: Corrado Ferlaino; 

 

V Coppa di Lega Italo-Inglese 1976

Fra le vincitrici della Coppa Italia e della Coppa di Lega d’Inghilterra. Albo d’oro: 1969 Swindon Town, 1970 Bologna, 1971 Tottenham Hotspur, 1975 Fiorentina, 1976 Napoli

Andata, 21 settembre 1976: Southampton-Napoli 1-0 (0-0); rete: 66’ Steve Williams

Formazione: Pietro Carmignani; Giuseppe Bruscolotti, Antonio La Palma; Tarcisio Burgnich, Giovanni Vavassori, Andrea Orlandini; Giuseppe Massa, Antonio Juliano (cap), Walter Speggiorin I, Claudio Vinazzani, Luciano Chiarugi. 

Ritorno, 14 novembre 1976: Napoli-Southampton 4-0 (1-0); reti: Reti: 40’ L. Chiarugi, 68’ G. Bruscolotti, 82’ W. Speggiorin I, 88’ W. Speggiorin I

Formazione: Pietro Carmignani; Giovanni Bruscolotti, Antonio La Palma; Tarcisio Burgnich, Giovanni Vavassori, Andrea Orlandini; Luciano Chiarugi, Antonio Juliano (cap) (55’ Claudio Vinazzani), Giuseppe Massa, Salvatore Esposito, Walter Speggiorin I.

Allenatore: Bruno Pesaola; Presidente: Corrado Ferlaino; 

 

LXXXV Campionato Nazionale di Serie A 1986-87

10 maggio 1987: primo e storico scudetto nel Campionato Nazionale di Serie A 1986-87. Alla 29ª e penultima giornata: Napoli-Fiorentina 1-1. Allenatore: Ottavio Bianchi. Rosa: Salvatore Bagni (28 e 4), Tebaldo Bigliardi (3), Giuseppe Bruscolotti (25), Luigi Caffarelli (21 e 3), Andrea Alessandro Carnevale I (27 e 8), Fernando De Napoli (28 e 2), Raffaele Di Fusco (portiere, -1), Ciro Ferrara (28 e 2), Moreno Ferrario (29 e 1), Claudio Garella (portiere, -29), Bruno Giordano (26 e 5), Diego Armando Maradona (29 e 10), Raimondo Marino (4), Ciro Muro (11 e 1), Alessandro Renica (29 e 1), Francesco Romano (24 e 2), Luciano Sola (16), Giuseppe Volpecina (25 e 2).
Presidente: Corrado Ferlaino



XXXIX Coppa Italia 1986-87 (Double)

Il 13 giugno 1987 il Napoli fa suo pure il ‘double’, vincendo nella medesima stagione il suddetto Campionato e la terza Coppa Italia (Napoli imbattuto; allenatore: Ottavio Bianchi; presidente: Corrado Ferlaino).

Girone 5° eliminatorio
I g – 24 agosto 1986, Spal Ferrara-Napoli 0-2 (0-1); reti: 43’ S. Bagni, 69’ D.A. Maradona
II g – 27 agosto 1986, Lazio-Napoli 0-2 (0-2); reti: 27’ A.A. Carnevale I, 36’ D.A. Maradona
III g – 31 agosto 1986, Taranto-Napoli 0-1 (0-0) (a Lecce); rete: 72’ F. De Napoli
IV g – 3 settembre 1986, Napoli-Lanerossi Vicenza 2-1 (0-0) (a Benevento); reti: 54’ C. Muro (N), 73’ B. Giordano (N), 82’ Antonio Rondon (LRV)
V g – 7 settembre 1986, Napoli-Cesena 3-1 (1-1); reti: 10’ Fulvio Simonini (C), 24’ A.A. Carnevali I (N), 53’ D.A. Maradona (N), 73’ S. Bagni (N)
classifica: Napoli p. 10; Lazio Roma 6 (B), Cesena 6 (B), Lanerossi Vicenza (B) 3, Taranto 3 (B), Spal F. (C1) 2

Ottavi
25 febbraio 1987, Napoli-Brescia 3-0 (1-0); reti: 17’ D.A. Maradona, 56’ C. Muro, 73’ B. Giordano
8 aprile 1987, Brescia-Napoli 0-3 (0-0); reti: 47’ A.A Carnevale I, 69’ B. Giordano, 76’ B. Giordano 

Quarti
29 aprile 1987, Napoli-Bologna (B) 3-0 (1-0); reti: 44’ B. Giordano, 61’ A.A. Carnevale I, 86’ D.A. Maradona
6 maggio 1987, Bologna-Napoli (B) 2-4 (1-0); reti: 36’ Giancarlo Marocchi (B), 55’ L. Caffarelli (N), 61’ B. Giordano (N), 72’ D.A. Maradona (r) (N), 87’ Lorenzo Marronaro (B), 89’ B. Giordano (N)

Semifinali
27 maggio 1987, Cagliari (B)-Napoli 0-1 (0-0); rete: 77’ D.A. Maradona
3 giugno 1987, Napoli-Cagliari (B) 4-1 (3-1); reti: 22’ A.A. Carnevale I (N), 24’ B. Giordano (N), 36’ F. Romano (aut) (C), 42’ B. Giordano (N), 68’ C. Muro (N)

Finale andata
7 giugno 1987, Napoli-Atalanta Bergamo 3-0 (0-0); reti: 67’ A. Renica, 71’ C. Muro, 77’ S. Bagni.

Formazione: Claudio Garella, Ciro Ferrara, Giuseppe Volpecina (88’ Tebaldo Bigliardi), Salvatore Bagni, Moreno Ferrario, Alessandro Renica, Luciano Sola (59’ Ciro Muro), Francesco Romano, Bruno Giordano, Diego Armando Maradona (cap), Andrea Alessandro Carnevale I (81’ Luigi Caffarelli)

Finale ritorno
13 giugno 1987, Atalanta Bergamo-Napoli 0-1 (0-0); rete: 85’ B. Giordano.

Formazione: Claudio Garella, Ciro Ferrara, Giuseppe Volpecina (46’ Giuseppe Bruscolotti), Salvatore Bagni, Tebaldo Bigliardi, Moreno Ferrario, Andrea Alessandro Carnevale I (60’ Ciro Muro), Fernando De Napoli (75’ Luigi Caffarelli), Bruno Giordano, Diego Armando Maradona (cap), Francesco Romano

Giocarono nel corso della manifestazione anche: Antonio Carannante, Luigi Castellone, Costanzo Celestini, Raffaele Di Fusco, Raimondo Marino, Pietro Puzone

Napoli imbattuto. Allenatore: Ottavio Bianchi; presidente: Corrado Ferlaino

 

XVIII Coppa UEFA 1988-89

Trentaduesimi di finale
7 settembre 1988, Napoli-PAOK Salonicco (Grecia) 1-0 (0-0); rete: 59’ D.A. Maradona
6 ottobre 1988, PAOK-Napoli 1-1 (0-1); reti: 17’ A.D.O.F. Careca (N), 65’ Giorgos Skartados (P)

Sedicesimi di finale
26 ottobre 1988, 1. FC Lokomotive Lipsia (Germania Democratica)-Napoli 1-1 (0-0); reti: 67’ Zimmerling (L), 72’ G. Francini (N)
9 novembre 1988, Napoli-1. FC Lokomotive 2-0 (1-0); reti: 2’ G. Francini, 54’ Heiko Scholz (aut)

Ottavi di finale
23 novembre 1988, Napoli-Girondins Bordeaux (Francia) 1-0 (1-0); rete: 5’ A.A. Carnevale I
7 dicembre 1988, Girondins B.-Napoli 0-0

Quarti di finale
1° marzo 1989, Juventus Torino-Napoli 2-0 (2-0); reti: 13’ Pasquale Bruno, 45’ G. Corradini (aut)
15 marzo 1989, Napoli-Juventus T. 3-0 (2-0 0-0 0-0 1-0) dts; reti: 10’ D.A. Maradona (r), 45’ A.A. Carnevale I, 119’ A. Renica

Semifinali
5 aprile 1989, Napoli-Bayern Monaco (Germania Federale) 2-0 (1-0); reti: 40’ A.D.O.F. Careca, 59’ A.A. Carnevale I
19 aprile 1989, Bayern M.-Napoli 2-2 (0-0); reti: 61’ A.D.O.F. Careca (N), 63’ Roland Wohlfarth (B), 76’ A.D.O.F. Careca (N), 81’ Stefan Reuter

Finale andata
3 maggio 1989, Napoli-VfB Stuttgart (Germania Federale) 2-1 (0-1); reti: 17’ Gaudino (S), 68’ D.A. Maradona (r) (N), 87’ A.D.O.F. Careca (N)

Formazione: Giuliano Giuliani; Ciro Ferrara, Giovanni Francini; Giancarlo Corradini (46’ Massimo Crippa),  Ricardo Rogerio De Brito Alemão, Alessandro Renica; Luca Danilo Fusi, Fernando De Napoli, Antônio De Oliveira Filho Careca, Diego Armando Maradona (cap), Andrea Alessandro Carnevale I

Finale ritorno
17 maggio 1989, VfB Stuttgart-Napoli 3-3 (1-2); reti: 19’ R.R.D.B. Alemão (N), 29’ Jürgen Klinsmann (S), 40’ C. Ferrara (N), 61’ A.D.O.F. Careca (N), 68’ F. De Napoli (aut) (S), 90’ Olaf Schmäler (S)

Formazione: Giuliano Giuliani; Ciro Ferrara, Giovanni Francini: Giancarlo Corradini, Ricardo Rogerio De Brito Alemão (31’ Antonio Carannante), Alessandro Renica; Luca Danilo Fusi, Fernando De Napoli, Antônio De Oliveira Filho Careca (70' Tebaldo Bigliardi), Diego Armando Maradona (cap), Andrea Alessandro Carnevale I 

Giocarono nel corso della manifestazione anche: Simone Giacchetta, Maurizio Neri e Francesco Romano.

Allenatore: Ottavio Bianchi; presidente: Corrado Ferlaino; 

 

LXXXVIII Campionato Nazionale di Serie A 1989-90

29 aprile 1990: secondo scudetto nel Campionato Nazionale di Serie A 1989-90. Alla 34ª e ultima giornata: Napoli-Lazio 1-0.  Allenatore: Albertino Bigon. Rosa: Rogerio Ricardo De Brito Alemão (27 e 2 reti), Marco Baroni (33 e 2), Tebaldo Bigliardi (7), Antonio Bucciarelli (2), Antônio De Oliveira Filho Careca (22 e 10), Andrea Alessandro Carnevale I (31 e 8), Giancarlo Corradini (28 e 2), Massimo Crippa (32 e 4), Fernando De Napoli (32), Raffaele Di Fusco (portiere, 2), Ciro Ferrara (33), Giovanni Francini (26 e 3), Luca Danilo Fusi (29 e 2), Giuliano Giuliani (portiere, 32), Diego Armando Maradona (28 e 16), Massimo Mauro II (30 e 1), Maurizio Neri (3), Alessandro Renica (8 e 1), Massimo Tarantino (1), Gianfranco Zola (18 e 2). Presidente: Corrado Ferlaino

 

III Supercoppa Italiana 1989-90

Scontro fra la Campione Nazionale di Serie A 1989-90 (Napoli) e la vincitrice della Coppa Italia 1989-90 (Juventus).

1° settembre 1990, a Napoli: Napoli-Juventus 5-1 (4-1); reti: 8’ A. Silenzi, 11’ A.D.O.F. Careca, 39’ Roberto Baggio (J), 44’ M. Crippa, 45’ A. Silenzi, 71’ A.D.O.F. Careca.

Formazione: Giovanni Galli, Ciro Ferrara, Giovanni Francini, Massimo Crippa (80’ Ivan Rizzardi), Marco Baroni, Giancarlo Corradini, Fernando De Napoli, Rogerio Ricardo De Brito Alemão, Antônio De Oliveira Filho Careca, Diego Armandio Maradona (cap), Andrea Silenzi (70’ Massimo Mauro II); allenatore: Albertino Bigon. Presidente: Corrado Ferlaino

 

IX Trofeo Birra Moretti 2005
Albo d’Oro: 1997 Juventus, 1998 Udinese, 1999 Parma, 2000 Juventus, 2001 Inter, 2002 Inter, 2003 Juventus, 2004 Juventus, 2005 Napoli, 2006 Juventus (2° Napoli), 2007 Inter (3° Napoli), 2008 Juventus (3° Napoli) 

Tre incontri di 44’ (con due tempi di 22’) disputati a Napoli il 12 agosto 2005:

Juventus T.-Internazionale M. 2-0; reti: 1’ Zlatan Ibrahimović, 9’ Zlatan Ibrahimović

Napoli-Internazionale M. 2-1; reti: 13’ Mariano Adrián Bogliacino (N), 22’ Álvaro Recoba (I), 23’ João Batista Piá (N)
Formazione: Gennaro Iezzo, Gianluca Grava, David Giubilato, Francesco Montervino, Tommaso Romito, Nicolas Amodio (1' st Cataldo Montesanto), Gaetano Fontana, Marco Capparella, Emanuele Calaiò, Mariano Adrián Bogliacino, Inácio I João Batista Piá.

Napoli-Juventus 1-1; reti: 4’ Roberto Carlos Sosa (r) (N), 15’ Marcelo Danubio Zalayeta (J); shootout 2-0: Fabio Gatti (N)-gol, Gianluca Zambrotta (J)-sbagliato; Marco Capparella (N)-gol, Adrian Mutu (J)-sbagliato
Formazione: Matteo Gianello, Gianluca Grava, Tommaso Romito (1’ st Mirko Savini), Nicolas Amodio, Martinez, Cataldo Montesanto (1’ st David Giubilato), Fabio Gatti, Mariano Adrián Bogliacino (13' pt Capparella), Francesco Montervino (18’ st Gaetano Fontana), Massimiliano Varricchio, Roberto Carlos Sosa.

Classifica: 1° Napoli 5 p., 2ª Juventus 4, 3ª Internazionale 0

Allenatore: Eduardo Reja; presidente: Aurelio De Laurentiis

 

XLVI Campionato Nazionale di Serie C1 2005-06

Il 15 aprile 2006 il Napoli si è aggiudicato l’unico trofeo nazionale che gli mancava: la vittoria nel Campionato Nazionale di Serie C1 2005-06 alla 31ª e quartultima giornata: Napoli-Perugia 2-0 (allenatore: Edoardo Reja; presidente: Aurelio De Laurentiis). E ricordo che il Napoli non retrocesse in Serie C sul campo nel corso del Campionato di Serie B 2003-04...
Rosa: Nicolas Amodio (28), Mariano Adrián Bogliacino (34 e 5 reti), Andrea Briotti (9), Emanuele Calaiò (33 e 18), Marco Capparella (32 e 3), Andrea Cupi (11), Roberto De Palma (3), Gaetano Fontana (22 e 3), Fabio Gatti (4), Matteo Gianello (portiere, 2), David Giubilato (19), Gianluca Grava (32 e 1), Gaetano Grieco (16), Gennaro Iezzo (portiere, 32), Luca Lacrimini (9), Ruben Maldonado (33 e 1), Francesco Montervino (31 e 3), Cataldo Montesanto (13), Inácio I João Batista Piá (24 e 5), Mario Ramaglia (1), Tommaso Romito (26), Mirko Savini (10), Roberto Carlos Sosa (31 e 6), Ivano Trotta (14 e 1), Luigi Vitale (3).

 

XIV Coppa UEFA Intertoto 2008

Andata
19 luglio 2008, Panionios Atene (Grecia)-Napoli 0-1; rete: 30’ M.A. Bogliacino

Formazione: Gennaro Iezzo; Leandro Rinaudo, Paolo Cannavaro II, Matteo Contini; Christian Maggio, Manuele Blasi, Walter Alejandro Gargano Guevara, Marek Hamšik (79’ Michele Pazienza), Luigi Vitale; Mariano Adrián Bogliacino (74’ Inácio I João Batista Piá), German Gustavo Denis

Ritorno
26 luglio 2008, Napoli-Panionios Atene 1-0; rete: 64’ M. Hamšik

Formazione: Gennaro Iezzo, Gianluca Grava, Paolo Cannavaro II, Matteo Contini, Christian Maggio, Manuele Blasi, Walter Alejandro Gargano Guevara, Marek Hamšik (75’ st Michele Pazienza), Luigi Vitale, Mariano Adrián Bogliacino (58’ st Inácio I João Batista Piá), German Gustavo Denis (88’ Roberto De Zerbi); allenatore: Edoardo Reja; presidente: Aurelio De Laurentiis; 

 

II Coppa Bobby Moore 2009

Londra, Upton Park, 8 agosto 2009: West Ham United-Napoli 0-1; rete: 78’ Fabio Quagliarella

Formazione: Morgan De Sanctis, Gianluca Grava (58’ Christian Maggio), Fabiano Santacroce (73’ Salvatore Aronica), Leandro Rinaudo (58’ Hugo Armando Campagnaro), Matteo Contini, Jesús Alberto Datolo, Marek Hamšik (90’ Luigi Vitale), Luca Cigarini (66’ Mariano Adrián Bogliacino), Michele Pazienza (58’ Manuele Blasi), Ezequiel Lavezzi (66’ German Gustavo Denis), Fabio Quagliarella (78’ Erwin Hoffer)

 

LXIV Coppa Italia 2011-12

Ottavi
12 gennaio 2012, Napoli-Cesena 2-1 (0-1); reti: 20’ Stefan Popescu (C), 65’ E. Cavani (N), 86’ Goran Pandev (N)

Quarti
25 gennaio 2012, Napoli-Inter 2-0 (0-0); reti: 50’ E. Cavani (r), 90+ E. Cavani 

Semifinali
9 febbraio 2012, Siena-Napoli 2-1 (1-0); reti: 42′ Reginaldo Ferreira da Silva (S), 66′ Gaetano D'Agostino (S),  86’ Emanuele Pesoli (aut) (N)
21 marzo 2012, Napoli-Siena 2-0 (2-0); reti: 11’ Simone Vergassola (aut); 32’ E. Cavani 

Finale
20 maggio 2012, a Roma: Napoli-Juventus Torino 2-0 (0-0); reti: E. Cavani (63’ r), M. Hamšik (82’)

Formazione della finale: Morgan De Sanctis; Paolo Cannavaro II (cap), Hugo Armando Campagnaro, Salvatore Aronica; Christian Maggio, Blerim Xhemajli, Gokhan Inler, Juan Camilo Zúñiga Mosquera; Marek Hamšik (85’ Andrea Dossena), Ezequiel Lavezzi (72’ Goran Pandev); Edinson Cavani (92’ Miguel Ángel Britos)

Hanno giocato nel corso della manifestazione anche: Marco Donadel, Federico Fernández, Walter Alejandro Gargano Guevara, Leandro Rosati, Eduardo Jesús Vargas Rojas;  allenatore: Walter Mazzarri. Presidente: Aurelio De Laurentis;

 

LXVI Coppa Italia 2013-14

Ottavi
15 gennaio 2014, Napoli-Atalanta 3-1 (1-1); reti: Giuseppe De Luca (A) 13’, J.M. Callejón  15’ (N), L. Insigne 72’ (N),  J.M. Callejón 80’ (N)

Quarti
29 gennaio 2014, Napoli-Lazio 1-0 (0-0); rete: G.G. Higuaín 82’

Semifinali
5 febbraio 2014, Roma-Napoli 3-2 (2-0); reti: Kouassi Yao Gervaris ‘Gervinho‘ 13’ (R), Kevin Strootman 32’ (R), Benatia al-Mouttaqui 47’ aut. (N), D. Mertens 70’ (N), K.Y.G. Gervinho 88’ (R) 
12 febbraio 2014, Napoli-Roma 3-0 (1-0); reti: J.M. Callejon 33’, G.G. Higuain 48’, J.L.F.F. Jorginho 51’ 

Finale
3 maggio 2014, a Roma: Napoli-Fiorentina 3-1 (2-1); reti: L. Insigne (N) 11’ e 17’, Juan Manuel Vargas 28’ (F), D. Mertens 92’ (N)

Formazione della finale: José Manuel Reina, Henrique Adriano Buss, Federico Fernández, Raul Albiol, Faouzi Ghoulam, Jorge Luiz Frello Filho ‘Jorginho’, Gökhan Inler (cap dal 64’) (79’ espulso), Marek Hamšik (cap) (64’ Dries Mertens), Lorenzo Insigne (I) (81’ Valon Behrami, cap), José María Callejón, Gonzalo Gerardo Higuaín (71’ Goran Pandev); all.Rafael Benítez

Hanno giocato nel corso della manifestazione anche: Davide Bariti, Miguel Ángel Britos, Rafael Cabral Barbosa, Christian Maggio, Josip Radošević, Anthony Réveillère, Blerim Xhemajli, Duván Esteban Zapata Banguera; allenatore: Rafael Benítez. Presidente: Aurelio De Laurentis; 

 

XXVII Supercoppa Italiana 2013-14

Scontro fra la Campione Nazionale di Serie A 2013-14 (Juventus) e la vincitrice della Coppa Italia 2013-14 (Napoli).

22 dicembre 2014, a Doha (Qatar): Napoli-Juventus 2-2 (r. 6-5); reti: 5’ Tévez (J), 68’ Higuaín (N), 107’ Tévez (J), 119’ 68’ Higuaín (N); sequenza dei rigori: Jorginho (N) para Buffon, Tévez (J), palo — Ghoulam (N) +, Vidal (J) + — Albiol (N) +, Pogba (J) + — Inler (N) +, Marchisio (J) + — Higuaín (N) +, Morata (J) + — a oltranza: Gargano Guevara (N) +, Bonucci (J) + — Mertens (N) para Buffon, Chiellini (J) [primo match-ball] para Rafael — Callejon (N) para Buffon, Pereyra (J) [secondo match-ball] alto — Koulibaly (N) +, Padoin (J) para Rafael

Formazione: Rafael De Andrade Bittencourt Pinheiro, Christian Maggio (capitano dal 79’), Raúl Albiol, Kalidou Koulibaly, Faouzi Ghoulam, Walter Alejandro Gargano Guevara, David López Silva (91’ [I ts] Gökhan Inler); José María Callejon, Marek Hamšik (capitano) (79’ Dries Mertens), Jonathan De Guzman (106’ Frello Filho Jorge Luiz ‘Jorginho’), Gonzalo Gerardo Higuaín; allenatore: Rafael Benítez. presidente: Aurelio De Laurentiis

 

 

Coppe Italia col Napoli finalista

 

1970-71

Girone 9° eliminatorio
I g – 30 agosto 1970, Reggina-Napoli 1-6 (1-1); reti: 11’ Angelo Sormani (N), 41’ Antonio Bongiorni (R), 60’ Mario Zurlini (N), 62’ Giampiero Ghio (N), 67’ A. Sormani (N), 71’ José Altafini (N), 86’ Ottavio Bianchi  (N)
II g – 6 settembre 1970, Casertana-Napoli 0-2 (0-0); reti: 68’ A. Sormani, 76’ J. Altafini
III g – 13 settembre 1970, Napoli-Catania 2-0 (0-0); reti: 72’ Giovanni Improta (r), 89’ J. Altafini
Classifica: Napoli p. 6, Casertana (B) 2, Catania 2, Reggina Reggio di Calabria (B) 2

Semifinali
20 settembre 1970, Napoli-Cesena (B) 1-0 (1-0); rete: 23’ A. Sormani
4 novembre 1970, Cesena-Napoli 1-0 (0-0); rete: 87’ Paolo Ferrario (partita data vinta al Napoli per 2-0, su decisione del Giudice Sportivo)

Girone finale
I g – 30 maggio 1971, Napoli-Fiorentina 1-1 (1-1); reti: 7’ Giorgio Mariani (F), 16’ Antonio Juliano (N)
II g – 2 giugno 1971, Milan-Napoli 2-2 (1-2); reti: 21’ G. Improta (r) (N), 25’ Angelo Paina (M), 45’ O. Bianchi (N), 88’ Pierino Prati (M)
III g – 13 giugno 1971, Napoli-Torino 1-3 (0-3); reti: 14’ Rosario Rampanti (T), 23’ R. Rampanti (T), 43’ Gianni Bui, 50’ A. Juliano (N)
IV g – 16 giugno 1971, Fiorentina-Napoli 2-0 (2-0); reti: 24’ Salvatore Esposito, 27’ Alessandro Vitali
V g – 20 giugno 1971, Napoli-Milan 3-2 (1-0); reti: 26’ G. Improta (r) (N), 65’ J. Altafini (N), 73’ A. Juliano (N), 75’ Nestor Combin (M), 84’ Gianni Rivera (M)
VI g – 23 giugno 1971, Torino-Napoli 2-0 (1-0); reti: 19’ Carlo Petrini, 90’ Giorgio Ferrini
Classifica: Milan e Torino p. 7, Fiorentina 6, Napoli 4; spareggio: 27 giugno 1971 a Genova, Torino-Milan 0-0 (0-0 0-0 0-0 0-0, rig. 5-3: Angelo Cereser-T parato, G. Rivera-M gol; Sergio Maddè-T gol, G. Rivera-gol; S. Maddè-gol, G. Rivera-gol; S. Maddè-gol, G. Rivera-parato; S. Maddè-gol, G. Rivera-parato; Maddè gol, G. Rivera rinunciò all'ultimo tiro)

 

1971-72

Girone 3° eliminatorio
I g – 29 agosto 1971, Napoli-Sorrento 0-1 (0-1); rete: 42’ Paolino Bozza
II g – 5 settembre 1971, Catanzaro-Napoli 0-1 (0-0) (a Cosenza); rete: 85’ Giovanni Improta
III g – 8 settembre 1971, Hellas-Verona–Napoli 1-2 (1-0); reti: 2’ Emiliano Mascetti (HV), 57’ José Altafini, 63’ J. Altafini
IV g – riposa
V g – 19 settembre 1971, Napoli-Palermo 1-0 (1-0); rete: 28’ G. Improta (r)
Classifica: Napoli p. 6, Catanzaro 5, Hellas-Verona 4, Sorrento (B) 4, Palermo (B) 1

Girone di semifinale B
I g – 4 giugno 1972, Bologna-Napoli 2-2 (0-1); reti: 14’ Mario Perego (N), 68’ Giacomo Bulgarelli (B), 77’ Ivan Gregori (B), 88’ Antonio Juliano (N)
II g – 8 giugno 1972, Napoli-Lazio 5-1 (2-1); reti: 30’ Facchin (L), 39’ Angelo Sormani (N), 43’ A. Juliano (N), 47’ Vincenzo Montefusco (N), 73’ Emiliano Macchi (N), 85’ V. Montefusco (N)
III g – 11 giugno 1972, Fiorentina-Napoli 1-1 (1-0); reti: 28’ Gianni Clerici (r) (F), 90’ E. Macchi (N)
IV g – 25 giugno 1972, Napoli-Bologna 2-1 (1-1); reti: 16’ M. Perego (N), 20’ Francesco Rizzo (B), 46’ E. Macchi (N)
V g – 28 giugno 1972, Lazio R.-Napoli 3-0 (1-0); reti: 38’ Rino Gritti. 60’ Vincenzo D’Amico, 67’ Giorgio Chinaglia
VI g – 1° luglio 1972, Napoli-Fiorentina F. 1-1 (1-1); reti: 10’ M. Perego (N), 25’ Giorgio Braglia (F)
Classifica: Napoli p. 7, Fiorentina Firenze 6, Bologna 6, Lazio Roma (B) 5

Finale
5 luglio 1972 a Roma: Milan-Napoli 2-0 (0-0); reti: 49’ Dino Panzanato (aut), 78’ Roberto Rosato

 

1977-78

Girone 6° eliminatorio
I g – riposa
II g – 24 agosto 1977, Napoli-Catanzaro 2-0 (0-0); reti: 58’ Antonio La Palma, 85’ Giuseppe Savoldi I (r)
III g – 28 agosto 1977, Palermo-Napoli 2-3 (1-1); reti: 14’ Vito Chimenti II (P), 15’ G. Savoldi I (N), 59’ V. Chimenti II (P),  85’ Enzo Mocellin (N), 88’ Giuseppe Massa (N)
IV g – 31 agosto 1977,  Lanerossi-Napoli 1-2 (1-2); reti: 12’ Livio Pin (N), 31’ Paolo Rossi (L), 33’ G. Savoldi I (N)
V g – 4 settembre 1977, Napoli-Avellino 4-0 (3-0); reti: 5’ G. Savoldi I, 21’ G. Massa, 40’ G. Savoldi I, 75’ G. Savoldi I
Classifica: Napoli p. 8, Palermo (B) 4, Lanerossi Vicenza 3, Catanzaro (B) 3, Avellino (B) 2

Girone di semifinale B
I g – 4 maggio 1978, Napoli-Juventus 5-0 (1-0); reti: 1’ G. Savoldi I, 52’ G. Savoldi I, 61’ G. Savoldi I, 70’ G. Savoldi I, 74’ L. Pin
II g – 10 maggio 1978, Milan-Napoli 1-1 (0-1) (a Verona); reti: 27’ G. Savoldi I (N), 76’ Giovanni Sartori (M)
III g – 17 maggio 1978, Napoli-Taranto 3-0 (0-0); reti: 47’ Antonio Capone, 73’ A. Capone, 89’ A. Capone, 
IV g – 28 maggio 1978, Juventus-Napoli 1-0 (1-0); rete: 44’ Luciano Spinosi
V g – 31 maggio 1978, Napoli-Milan 1-0 (0-0); rete: 77’ G. Savoldi I
VI g – 4 giugno 1978, Taranto-Napoli 0-0
Classifica: Napoli p. 8 (10-2), Milan 8 (11-5), Juventus Torino 5, Taranto 3

Finale
8 giugno 1978 a Roma, Internazionale Milano-Napoli 2-1 (1-1); reti: 6’ Maurizio Restelli (N), 18’ Alessandro Altobelli (I), 87’ Graziano Bini (I)

 

1988-89

Girone 7° eliminatorio
I g – 21 agosto 1988, Spezia-Napoli 1-3 (0-0) (a Livorno); reti: 73’ Giovanni Francini (N), 76’ Massimo Ceccaroni (S), 80’ Andrea Alessandro Carnevale I (N), 83’ A.A. Carnevale I (N)
II g – 24 agosto 1988, Bari-Napoli 2-0 (1-0); reti: 29’ Michele Armenise, 84’ Pietro Maiellaro
III g – 28 agosto 1988, Sambenedettese-Napoli 0-2 (0-1); reti: 25’ Sandro Salvioni (aut), 68’ Francesco Romano
IV g – 31 agosto 1988, Napoli-Barletta 3-0 (2-0) (ad Avellino); reti: 27’ Alessandro Renica, 45’ R.R.D.B. Alemão, 73’ D.A. Maradona
V g – 3 settembre 1988, Napoli-Bologna 1-0 (0-0); rete: 81’ D.A. Maradona
Classifica: Napoli p. 8 (9-3), Bari (B) 8 (7-2), Sambenedettese S.B.T. (B) 6, Bologna 4, Barletta (B) 3, Spezia (C1) 1

Girone 2° d’ottavo di finale
I g – 14 settembre 1988, Lecce-Napoli 1-1 (1-1); reti: 29’ Ricardo Paciocco (L), 42’ D.A. Maradona (N)
II g – 21 settembre 1988, Napoli-Cesena 2-0 (1-0); reti: 28’ Antonio Carannante, 58’ D.A. Maradona
III g – 28 settembre 1988, Modena-Napoli 0-4 (0-2); reti: 29’ D.A. Maradona (r), 37’ A.D.O.F. Careca, 66’ D.A. Maradona, 73’ A. Carannante
Classifica: Napoli p. 5, Lecce 4, Cesena 3, Modena 0

Quarti di finale
4 gennaio 1989, Napoli-Ascoli 3-0 (0-0); reti: 50’ Giancarlo Corradini, 52’ Maurizio Neri, 71’ A.D.O.F. Careca
25 gennaio 1989, Ascoli-Napoli 3-1 (2-1); reti: 7’ Bruno Giordano (r) (A), 20’ A.A. Carnevale I (N), 42’ B. Giordano (A), 47’ Marco Gori (A)

Semifinali
1° febbraio 1989, Pisa-Napoli 0-2 (0-1); reti: 35’ A.A. Carnevale I, 69’ D.A. Maradona
8 febbraio 1989, Napoli-Pisa 1-0 (1-0); rete: 13’ Francesco Romano

Finale andata
7 giugno 1989, Napoli-Sampdoria Genova 1-0 (0-0); rete: 55’ A. Renica

Finale ritorno
28 giugno 1989, Sampdoria G.-Napoli 4-0 (2-0) (a Cremona); reti: 32’ Gianluca Vialli, 38’ Antonio Carlos Cerezo, 47’ Pietro Vierchowod, 59’ Roberto Mancini (r)

 

1996-97

Turno eliminatorio: esentato

Sedicesimi
28 agosto 1996, Monza (C1)-Napoli 0-1 (0-0); rete: 83’ Massimiliano Esposito

Ottavi
23 ottobre 1996, Pescara (B)-Napoli 0-1 (0-1); rete: 19’ Fabio Pecchia

Quarti
12 novembre 1996, Napoli-Lazio Roma 1-0 (1-0); rete: 2’ Alfredo Aglietti
27 novembre 1996, Lazio R.-Napoli 1-1 (1-1); reti: 21’ Pier Luigi Casiraghi (L), 28’ Riberiro Decossau Caio (N)

Semifinali
29 gennaio 1997, Internazionale Milano-Napoli 1-1 (1-1); reti: 6’ Iván Luis Zamorano Zamora (I), 12’ Alves da Cruz André
25 febbraio 1997, Napoli-Internazionale M. 1-1 (0-1 1-0 0-0 0-0); reti: 11’ Javier Aldemar Zanetti (I), 77’ Martins Auaujo  Joubert Bet (N) (rig. 5-3: Mauro Milanese-N gol, I.L. Zamorano Z.-I gol; Nicola Caccia-N gol, Yuri Djorkaeff-I gol; R.D. Caio-N gol, Massimo Paganin II-I sbagliato; Francesco Turrini-N gol, Alessandri Pistone-I gol; Alain Boghossian-N gol)

Finale andata
8 maggio 1997, Napoli-Vicenza 1-0 (1-0); rete: 21’ F. Pecchia

Finale ritorno
29 maggio 1996, Vicenza-Napoli 3-0 (1-0 0-0, dts: 0-0 2-0); reti: 21’ Giampiero Maini, 118’ Maurizio Rossi, 120’ Alessandro Iannuzzi 

 

Statistiche sulle finaliste vincenti e perdenti di Coppa Italia (dal 1922 al 2015-16)

Società Finali vinte Finali perse Totale
Juventus 11 5 16
Roma 9 8 17
Inter 7 7 14
Fiorentina 6 5 11
Lazio 6 2 8
Milan 5 8 13
Napoli 5 5 10
Torino 5 9 14
Sampdoria 4 3 7
Parma 3 2 5
Bologna 2 1 3
Atalanta 1 2 3
Genoa 1893 1 1 2
Vado 1 0 1
Venezia 1 1 2
Vicenza 1 0 1
Hellas-Verona 0 3 3
Palermo 0 3 3
Cagliari 0 2 2
Alessandria 0 1 1
Ancona 0 1 1
Catanzaro 0 1 1
Foggia 0 1 1
Novara 0 1 1
Padova 0 1 1
SPAL Ferrara 0 1 1
Udinese 0 1 1
Varese 0 1 1
Totali 68 76 144

La colonna delle finaliste perdenti ha una somma di 76, nonostante le edizioni siano 68
poiché nelle stagioni 1967-68, 1968-69, 1969-70 e 1971-72 la Coppa Italia è stata assegnata attraverso un gruppo finale a quattro

 

Osservazioni sulle Grandi in Serie B

Nessun altro club è riuscito a primeggiare in ogni competizione ufficiale della FIGC per professionisti, così come il Napoli. Inoltre è necessario affermare che il Napoli, al pari delle grandi squadre inglesi già titolate con Coppe europee, come Manchester United (Campione di Serie B: 1935-36, 1974-75), Liverpool FC (Campione di Serie B: 1893-94, 1895-96, 1904-05, 1961-62), Nottingham Forest (Campione di Serie B: 1906-07, 1921-22, 1997-98; Campione di Serie C: 1950-51), Aston Villa Birmingham (Campione di Serie B: 1937-38, 1959-60; Campione di Serie C: 1971-72), Chelsea Londra (Campione di Serie B: 1983-84, 1988-89), Everton Liverpool (Campione di Serie B: 1930-31), Ipswich Town (Campione di Serie B: 1960-61, 1967-68, 1991-92; Campione di Serie C: 1953-54, 1956-57), Leeds United (Campione di Serie B: 1923-24, 1963-64, 1989-90), Manchester City (Campione di Serie B: 1898-99, 1902-03, 1909-10, 1927-28, 1946-47, 1965-66, 2001-02), Newcastle United (Campione di Serie B: 1964-65, 1992-93, 2009-10), Tottenham Hotspur Londra (Campione di Serie B: 1919-20, 1949-50), West Ham United (Campione di Serie B: 1957-58, 1980-81) e altre del Continente, si vanta di annoverare, fra gli ‘honour’, le vittorie nei campionati di Serie B e Serie C, al contrario di alcune società che preferiscono dimenticare o ignorare pure certi trofei internazionali dei quali, assurdamente, si vergognano (ad. es. Mitropa Cup e Coppa Intertoto).

 

FOTO


Il Napoli che vinse la Serie B 1949-50. Da sinistra, in piedi: Delfrati, Todeschini, Krieziu, Soldani, Vultaggio, l’arbitro della partita, Morgia, Suprina, un massaggiatore; accosciati: Di Costanzo, Dagianti, Chellini, Ussorio
(Gianni Nicolini, La storia del Napoli, Editrice Italiana, Roma, p. 90)

 


Il Napoli prima della finale contro la Spal per la Coppa Italia 1961-62 (Album Calciatori Panini 1965-66, p. 62)

 


Una formazione del Napoli nell’anno della seconda Coppa Italia (1975-76). Da sinistra, in piedi: Orlandini, La Palma, Burgnich, Carmignani, Bruscolotti, Pogliana; accosciati: Massa, Juliano, Savoldi I, Esposito, Braglia
(Almanacco Panini 1976, p. 210)

 


Le forze del Napoli quando vinse il primo scudetto e la Coppa Italia col double 1986-87. Da sinistra, in alto: Bruscolotti, Bigliardi, Di Fusco, Garella, Carnevale I, Filardi; al centro: Ferrara, De Napoli, Carannante, Volpecina, Bagni, Ferrario, Sola, Renica; in basso: Muro, Celestini, Maradona, Bianchi (allenatore), Caffarelli, Giordano, Puzone
(Almanacco Panini 1987, p. 219)

 


Il Napoli del secondo scudetto e della Supercoppa (1989-90). Da sinistra, in alto: Carnevale I, Alemão, Di Fusco, Giuliani, Francini, Corradini; al centro: Bigliardi, Tarantino, Mauro II, Bigon (allenatore), Maradona, Crippa, Ferrara; in basso: Renica, De Napoli, Careca, Neri, Zola, Fusi, Baroni (Almanacco Panini 1990, p. 234)

 


15 aprile 2006: dopo Napoli-Perugia 2-0 la società partenopea si aggiudica anche il Campionato Nazionale di Serie C1 2005-06

 


20 maggio 2012: la formazione della quarta Coppa Italia (Napoli-Juventus 2-0 a Roma)

 


3 maggio 2014: La quinta Coppa Italia (Napoli-Fiorentina 3-1 a Roma)

 


22 dicembre 2014: La seconda Supercoppa Italiana (Napoli-Juventus 2-2 (r. 6-5 a Doha, Qatar)

 

 

Index

Visitatori: